PASSEGGIATA CON SHANGRI LA'

 

I TESORI DEL MONTE LEGNONCINO

Valvarrone (Lecco)




Oasi naturale protetta da moltissimi anni, il Monte Legnoncino rappresenta un rifugio ideale per moltissimi animali, dall'aquila al cervo, dalla marmotta allo scoiattolo, dal picchio al tasso. Ben rappresentate sono le specie vegetazionali tipicamente alpine. Il monte offre un panorama di eccezionale bellezza e lungo i suoi fianchi, testimonia attraverso i resti delle trincee, un triste periodo della nostra storia, facenti parte della famosa linea Cadorna (fortificazioni 1915 - 1918).

La rivista mensile OROBIE, nel numero di novembre 2008, ha dedicato un intero servizio a questo splendido itinerario (testi di Cristina Rovelli foto di Davide Cenadelli)



RITROVO : ore 8,30 Stazione Ferroviaria di Dervio (Lecco)


Proseguimento in macchina per i Roccoli di Artesso (circa mezz'ora), uno splendido e storico alpeggio che ospita un delizioso laghetto (quota mt. 1500). Inizio della visita guidata : in questo sito sono giÓ visibili i primi documenti storici della prima guerra mondiale : scenderemo in una galleria usata dai soldati come deposito e come collegamento tra le varie postazioni (ACCESSIBILE A TUTTI)


Proseguimento della visita guidata attraverso un itinerario a piedi, lungo un sentiero in salita alla scoperta del luogo dove risiedevano gli ufficiali e per un primo contatto diretto con la natura. SarÓ l'occasione per osservare dal vero un Roccolo, tipica struttura storica legata agli uccelli migratori, ancora oggi usata a scopi venatori e scientifici (40 minuti di cammino effettivo tra andata e ritorno ACCESSIBILE SOLO A CAMMINATORI).


Ritorno ai Roccoli di Artesso per riunirsi a chi Ŕ rimasto a passeggiare lungo il laghetto e proseguimento in macchina per un altro caratteristico alpeggio: i Roccoli Lorla (quota mt. 1500), qui Ŕ ubicato il rifugio dove Ŕ previsto il pranzo (ACCESSIBILE A TUTTI).


ORE 11 circa : Passeggiata guidata alla vetta del Monte Legnoncino (quota mt. 1700) , lungo una mulattiera in leggera ma costante salita, costruita dai soldati durante la prima guerra mondiale. Poco prima della vetta, sosteremo su una terrazza naturale, luogo dove i galli forcelli effettuano la loro danza d'amore, nel mese di maggio. Il luogo ci regalerÓ una vista eccezionale sul lago di Como e la riserva naturale del Pian di Spagna, sito di importanza internazionale, protetta dalla convenzione di Ramsar. Si passerÓ, inoltre, per la caratteristica chiesetta di S. Sfirio, uno dei sette e famosi fratelli eremiti. Il panorama dalla vetta Ŕ semplicemente superlativo : una vista a 360░ sul lago di Como, la Valvarrone, le Alpi Orobie.... Il monte Ŕ una delle zone di caccia dell'aquila reale (2 ore di cammino effettivo tra andata e ritorno &ndash ACCESSIBILE SOLO A CAMMINATORI).


ORE 13.30 circa : ritorno ai Roccoli Lorla per riunirsi a chi Ŕ rimasto a passeggiare nella piana e nei boschi dell'alpeggio. Pranzo al rifugio Roccoli Lorla.


ORE 15 : passeggiata guidata, quasi tutta pianeggiante, in un ambiente boschivo tipicamente alpino, popolato da cervi e caprioli, per raggiungere le trincee, le gallerie e i dormitori usati dai soldati (1 ora di cammino effettivo tra andata e ritorno ACCESSIBILE IN PARTE A TUTTI E IN PARTE SOLO A CAMMINATORI).


ORE 16.30 : Proseguimento in macchina per Fenile, uno splendido borgo rurale, perfettamente conservato, sito nel comune di Tremenico, percorrendo l'altro ramo della Valvarrone. Visita guidata. (ACCESSIBILE A TUTTI).


ORE 18 circa : Proseguimento in macchina lungo la selvaggia Valvarrone fino ad arrivare in Valsassina, nei pressi di Premana e ritorno a casa


MATERIALE CONSIGLIATO : abiti leggeri e pesanti, scarponcini, torcia elettrica (l'interno delle gallerie Ŕ umido e completamente buio).


MENU' VALVARRONE : il men¨ in programma Ŕ a base di prodotti tipici della valle e comprende:


COSTO INDICATIVO : 30 euro tutto compreso